Sud Africa, ad Umkomaas per una indimenticabile SharkWeek!

Tra le innumerevoli possibilità di rimanere stregati dalla natura sudafricana, una di altissimo livello è costituita dalle magnifiche immersioni che possono essere effettuate nella zona di Umkomaas, nella regione di KwaZulu-Natal.

101_sud_africa_umkomaas_aliwal_shoal_racconti_di_viaggioUmkomaas, situata a circa 50 chilometri a sud di Durban, è il regno incontrastato degli squali, una delle poche aree al mondo dove è possibile immergersi con lo squalo tigre in acque libere. Splendidi animali, signori dei mari, un tempo combattuti dall’uomo e ora, finalmente, protetti. Una grande opportunità per incontrarli, osservarli e studiarli da vicino in tutta sicurezza, nei fondali più favorevoli per lo “shark diving”, in particolare lo squalo tigre il cui incontro rappresenta una delle esperienze più entusiasmanti per ogni subacqueo.

Grazie all’influenza esercitata dalla corrente temperata del Mozambico da Nord e dalle fredde acque che risalgono la costa del capo da sud, questo tratto di mare pullula di vita: si possono ammirare grandi varietà di spugne morbide e coralli duri e una convergenza di pesci di barriera d’acqua calda e pesci di acqua fredda.

Il sito di immersione più conosciuto è Aliwal Shoal, una lunga secca di 5 km, paradiso subacqueo dal 1950 e situato vicino a Umkomaas, proprio al limite della corrente del Mozambico. La visibilità sott’acqua varia a seconda della stagione, da 5 a 40 metri. Questo reef è famoso come uno dei dieci migliori luoghi al mondo per immergersi tutto l’anno: da giugno a novembre ai siti The Cathedral e Raggie´s Cave si incontrano gli squali Toro (Spotted Ragged Tooth Shark- Carcharias Taurus) che ogni anno si danno appuntamento e alloggiano al reef per la riproduzione mentre i mesi da dicembre a luglio, sono il periodo migliore per incontrare decine di squali tigre.

Due relitti – il piroscafo britannico Nebo e la petroliera norvegese Produce – giacciono a 30 metri sul fondo dell’oceano, attirando una grande varietà di pesci di barriera e grossi banchi di salmone e spigola striata.

Durante la stagione “dei Raggie” è possibile vedere fino a 40 squali in una immersione!

Altro spot impedibile della zona è Protea Banks, la destinazione principe delle immersioni con gli squali di tutto il Sudafrica ed è raccomandata solo a sub con almeno un brevetto di secondo livello

Protea si trova a 5 miglia a largo tra Margate e Shelley Beach. I banchi sono vicini alla piattaforma continentale e si estendono con bassi fondali per decina di miglia.
Il fondo qui è piatto e non è corallino anche se ci sono molti coralli molli, spugne e gorgonie.
Chi si immerge qui non viene però a vedere il reef ma ad ammirare la grande varietà di specie di squali qui presente. In estate si possono avvistare squali martello, mako, zambesi, squali tigre e qualche squalo bianco. In inverno è possibile incontrare gli squali della sabbia che prendono abituale residenza in queste acque.

Durante tutto l’anno è possibile incontrare squali toro, mante, aquile di mare e le cernie patata che qui sono stanziali.

102_sud_africa_umkomaas_aliwal_shoal_racconti_di_viaggioIl must di questo tratto di mare è, comunque, l’Immersione con lo Squalo Tigre: uno degli squali più temuti dall’uomo dopo lo Squalo Bianco. Predatore pelagico, predilige le acque basse costiere e abita i mari temperati e tropicali del mondo: è lo squalo più frequente lungo le coste Sudafricane.

Per questo incontro mozzafiato, la partenza é prevista al mattino e dopo un tragitto di circa 30 minuti, viene installata l’esca per attirare gli squali: sardine e scarti di pesce vengono inseriti in un cestello (perfetto quello delle lavatrici rottamate!) munito di piccoli fori i quali rilasciano il “profumo” e creano così un richiamo olfattivo che produrrà l’avvicinamento e la presenza costante di questi animali.

Il cestello viene legato ad una fune di circa 10 mt con una grande boa che sarà il punto di riferimento sia per i subacquei in acqua, che disponendosi a semicerchio si faranno trasportare dalla corrente , sia per il gommone e lo skipper. Il tempo per la pastura varia dai 30 ai 60 minuti ma a volte anche di più. Dopo un dettagliato briefing (no pinne gialle o argentee, mantenere sempre la calma, rimanere in posizione verticale, braccia conserte e mai perdere di vista il cestello, se lo squalo si avvicina troppo mai girarsi e dargli le spalle, avere con lo squalo tigre sempre il contatto visivo) arriverà il grande momento: l’immersione con sua maestà il tigre, accompagnato da Blacktip (Carcarinhus limbatus), Dusky (Carcarinhus Obscurus) e da una scia di numerose remore.

A guidarci alla scoperta di queste meraviglie è importante scegliere diving center specializzati ovvero “Sharks Specialist”, qui troveremo condizioni di immersione “toste” e davvero particolari nelle quali non si può, in nessun caso, improvvisare!

104_sud_africa_umkomaas_racconti_di_viaggioQuella che vi propongo è un’avventura sicura e gestita da specialisti del settore, che sapranno regalarvi emozioni che andranno oltre ogni vostra immaginazione, offrendovi i migliori servizi e sistemazioni disponibili nella zona ed una specialissima garanzia “sharkdive”…

quindi, sono pronta per farvi vivere grandi emozioni… voi dovete solo partire!

Manuela Lamanu Manzotti

Uff. Stampa
Se questo articolo ti è piaciuto condividilo ...
potrebbe interessarti anche
Set 3, 2014
Cape Town, capitale mondiale del vento! Un viaggio in uno dei posti più ventosi e straordinari del pianeta, dove si riuniscono i migliori riders del mon ...
Lug 1, 2014
  Immersioni in muta d'acciaio a Grand Bahama! Ed eccoci, come preannunciato, alla terza parte del racconto del nostro recente viaggio alle Bahamas ...
Apr 13, 2014
Sud Africa on the road per i mangiatori di chilometri! La mia passione per le due ruote e  la voglia di avventura che è sempre dentro me mi hanno porta ...

lascia il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Non vogliamo spam nel nostro blog. Il tuo commento verrà controllato dalla redazione.